Fondo Sovrano Popolare di Adriana Quattrino

» Posted by on dic 7, 2015 in Senza categoria | 0 comments

Egr. Dott. Pier Carlo Padoan,
Ministro dell’Economia

Signor Ministro,
ho apprezzato molto la Sua preoccupazione per i poveri azionisti che hanno perso tutti i loro risparmi per colpa delle cosiddette Banche,
controllate dalla Banca d’Italia.
Sono notizie di dominio pubblico. Io invece desidero presentare anche a Lei la mia proposta del Fondo Sovrano Popolare che potrà  leggere nella lettera
sottostante inviata oggi al Governatore della Banca d’Italia, dr. Ignazio Visco.

E ciò nell’ottica di risanare questa indecorosa perdita dei beni dei cittadini, fino ad oggi  fiduciosi dell’agire corretto e del controllo di garanzia da parte degli Istituti di Credito.
Le chiedo se ha mai pensato, per dare liquidità all’economia italiana, di recuperare il valore dei 134 miliardi di dollari dei Kennedy Bonds, sequestrati a Como-Chiasso, che molti hanno richiesto anche con 14 interpellanze all’ex-ministro Giulio Tremonti …logicamente senza risposta ….
Recuperarli sarebbe un gesto di coraggio politico e sicuramente renderebbe onore alla linea da Lei istituita al Ministero dell’Economia e Finanze e si rivelerebbe prezioso  per dare   possibilità ai cittadini di ottenere
chiarezza e giustizia.
Il mio non è desiderio di demolire,  ma aiutare il Governo ad ascoltare la voce del popolo e, prima di chiedere ” lacrime e sangue “, valutare se ci altre  possibilità di fare cassa.
Resto a Sua disposizione e penso che Lei possa valutare seriamente le mie proposte. In questo modo Lei si sarà fatto strumento concreto per una speranza ai cittadini di vera rinascita dell’economia italiana.
Cordiali, rispettosi saluti.

 Adriana  Quattrino cell. 3776900293

 
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

 

Egr. dr. Ignazio Visco
Governatore della Banca d’Italia.

Egregio dr Visco,
mi permetto di scriverLe perchè penso che gli ultimi avvenimenti ed il futuro previsto per la finanza internazionale suggeriscano un’alternativa utile e decorosa.
Desidero ricordarLe che ci eravamo già scritti anni fa, circa la possibilità di nazionalizzare la Banca d’Italia.
Lei mi aveva risposto che non era cedibile a privati.
Il seguito è…. storia.
Adesso desidero farLe una proposta : il Philanthropy Trust di cui sono Presidente ha creato il Fondo Sovrano Popolare che desidera offrire una finanza seria al Popolo…e,  vista l’ultima situazione delle Banche
Etruria, Marche, Chieti-Ferrara, potremmo con il Fondo dare una partecipazione gratuita agli azionisti per le cifre da loro perse, utilizzando tutti gli immobili dati in gestione alla Banca d’Italia,  ora messi in vendita… , che dovrebbero essere  di proprietà del Popolo Italiano.
Credo che il Popolo Italiano sia ben  pronto ad una rivoluzione sociale di piazza. E, lei può ben immaginare, quali danni a tutti ne deriveranno …sia economici che di rilievo mediatico.
L’ Imperial Roerich Trust di cui sono fiduciaria, mette a disposizione del Fondo Sovrano Popolare   n° 30.000.000 di azioni dal valore di Euro100,00 cadauna per l’importo di Euro 3.000.000.000,00 per
acquistare queste Banche, e renderle, con il Suo autorevole supporto, di proprietà del Popolo. Una vera Banca Sovrana Popolare.
Penso che questa ipotesi potrebbe essere utile, anche se totalmente non gradita, per garantire quel ritorno di immagine  di serietà finanziaria, sul piano mondiale, che purtroppo in questo momento è molto scaduta anche se a farne le spese sono coloro che mostrano serietà ed onestà nell’incarico che rappresentano.
Ricorderà, forse, che mio papà Umberto Francesco Quattrino, alto funzionario della stessa Banca d’Italia, ha donato  molti anni della sua vita a quest’Istituzione che all’epoca proteggeva e rispettava i cittadini.
La prego di valutare seriamente questa mia proposta, che sarei anche lieta di presentarla  meglio di persona.
Resto a Sua disposizione e porgo cordiali saluti.

Adriana Quattrino  cell. 3776900293
Presidente del Philanthropy Trust

Ambasciatrice di Pace della Camera delle Culture dei Popoli.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  • facebook
  • twitter
  • linkedin
  • youtube